Pelle, sole e tintarella

Pelle, sole e tintarella
Che cosa sappiamo degli effetti del sole sulla nostra pelle?

La luce del Sole è una fonte di energia che raggiunge il nostro pianeta sotto forma di radiazioni elettromagnetiche con diverse lunghezze d’onda.

Parliamo dei raggi più conosciuti: i raggi UV

Gli UVA rappresentano il 98% dei raggi che arrivano sulla terra e con la loro lunghezza d’onda penetrano nel derma distruggendo capillari, elastina e collagene.

Gli UVB rappresentano il 2% dei raggi che arrivano sulla Terra e sono i responsabili delle scottature e degli eritemi ma non solo … SILENZIOSAMENTE e LENTAMENTE sono anche in grado di alterare il materiale genetico contenuto nel DNA aumentando il rischio di tumori della pelle.

Gli UVC sono CANCEROGENI ma fortunatamente vengono trattenuti dalla fascia di ozono e non creano particolari effetti sulla pelle. Il rischio può aumentare ad alta quota.

Il nostro organismo come si difende?

La pelle ha un sistema di difesa dalla luce solare MA non ha la capacità di filtrare tutti gli effetti che un’esposizione occasionale o continua può avere sul nostro corpo.
I melanociti producono la melanina che ci scurisce (abbronzando) la pelle agendo come un filtro.
I cheratinociti ispessiscono la pelle stimolando la proliferazione delle cellule che formano lo strato più superficiale della nostra epidermide. Il risultato è pelle più spessa = minore penetrazione dei raggi solari.

pelle senza protezionepelle protetta

I DANNI DA SCOTTATURA SOLARE SONO IRREVERSIBILI

I consigli che vi posso dare sono:

  • Utilizzare sempre un fattore di protezione ALTO
    Non è vero che se mi metto la protezione 50 non mi abbronzo, il risultato sarà più lento ma senza rischi.
    Il viso ha bisogno di una protezione più alta perché la pelle è più sottile e di conseguenza più sensibile.
    Mettete la protezione 30 minuti prima di esporvi al sole e ripetete l’operazione circa ogni 2 ore. Poi ovviamente dipende da pelle a pelle e sicuramente le prime esposizioni sono più a rischio. Nel momento in cui la pelle è un po’ abbronzata possiamo diminuire il fattore di protezione .. anche se personalmente sul viso io continuo con la 50 tutta l’estate!
  • Attenzione a giornate velate e/o ventose.. non si sente il calore del sole MA questo non vuol dire che non ci si scotti ugualmente.
  • PROTEGGETE I BAMBINI!
    Per quelli che non amano farsi stendere la crema esistono comode soluzioni spray che non serve spalmare!

E dopo questi “noiosi” consigli che so ben pochi seguiranno vi auguro
UNA BUONA ESTATE in sicurezza! ☺️